Questo sito utilizza unicamente cookie tecnici (cookie di sessione, analytics e cookie di funzionalità).
Per saperne di più e per negare il consenso all’utilizzo dei cookie, clicca qui

L’introduzione della dematerializzazione dell’Attestato di rischio e del contrassegno cartaceo rappresentano una svolta nel mondo assicurativo, non solo per le nuove modalità operative ma anche per i tanti vantaggi che questa piccola rivoluzione porterà.

Innanzitutto con l’introduzione della dematerializzazione del contrassegno l’auspicio è che si  riducano le possibilità di frodi, contrastando la contraffazione dei contrassegni cartacei e l’evasione dell’obbligo di assicurare il veicolo.

Con i nuovi sistemi le Autorità saranno in grado di accertare tempestivamente la copertura assicurativa di tutti, offrendo agli automobilisti una maggiore sicurezza nei casi di incidente in cui sono coinvolti altri veicoli.

Un altro vantaggio è rappresentato dalla maggiore semplicità nel sottoscrivere una polizza Rc auto: una procedura più snella che solleva i clienti dalla consegna dell’Attestato di rischio cartaceo in originale all’assicuratore nel caso si voglia stipulare una nuova assicurazione auto.

Infine con la dematerializzazione dei documenti auto si avrà una significativa riduzione dell’uso di carta e un risparmio in termini di produzione e archiviazione, dall’invio delle lettere fino ai duplicati,  il mondo assicurativo ridurrà progressivamente il materiale per queste attività, sposando le tematiche “green” del rispetto per l’ambiente contro lo spreco eccessivo delle risorse preziose ormai in esaurimento.

Obiettivo, quello di minimizzare il proprio impatto sull’ambiente, che Zurich persegue da anni e che, grazie a enormi sforzi per la riduzione delle emissioni di anidride carbonica e all’incremento della percentuale di energia rinnovabile acquistata, le ha permesso di divenire dal 2014 una Compagnia a impatto zero.